events

10-set.gif

Il 10 Settembre 2022 La Serpara il giardino di sculture di Paul Wiedmer a Civitella d’Agliano (VT) saluta l’estate  con un evento strutturato in tre parti: Mostra, Presentazione del libro e  Musica


LAVA si chiama l’opera di Paul Wiedmer che verrà presentata ed inaugurata al Padiglione Serpara. Ne scrive Federico Gavazzi nel testo FERRO, FORMA, ENERGIA nel libro dell'omonima mostra alla Fondazione Geiger di Cecina del 2017 “Lava (2015) è una nuova opera dedicata al vulcanismo, una delle manifestazioni più affascinanti delle forze che scaturiscono dalle profondità della terra: il magma solidificato è qui evocato dai nove pilastri di ferro ossidato e le lingue di fuoco, questa volta, sono rese dalle rosse lamine d’acciaio per molle. Forme nuove che approfondiscono la ricerca artistica attorno a temi che da sempre toccano la dimensione più intima dell’animo umano, che mai come di fronte ai lavori di Wiedmer si sente parte di un tutto più vasto, spettatore e parte esso stesso del flusso energetico universale.”

 


Cristiano Carotti invece presenterà il suo libro d’artista e di ricerca “IL TUTTO È PIÙ DELLA SOMMA DELLE SUE PARTI” uscito con Vanilla edizioni 2021.
Arte e natura che si intrecciano, la dualità dell’Homo, tanto Naturalis quanto Mechanicus, ed il conflitto che questo dualismo crea sono il fulcro dell’ultima fase nella ricerca di Carotti.
Questo progetto monografico, a cura di White Noise Gallery, mostra il lavoro dell’artista, non attraverso le immagini delle sue opere, ma tramite un “flusso di coscienza” visivo e concettuale che racconta e svela il processo creativo di Carotti, dalla ricerca al metodo che sta alla base della sua produzione artistica.

Relatore:Simone Zacchini (storico dell’arte e gallery manager della Galleria Uno su Nove).
Durante la presentazione intervengono: Cristiano Carotti (artista), Eleonora Aloise, Chiara
Garlanda e Carlo Maria Lolli Ghetti (autori del progetto e dei testi) e Christopher Domiziani
(coprotagonista del libro, ceramista e artista visivo), Samuele Vesuvio (ospite, artista).

Seguirà il concerto Jazz del Enrico Mianulli Quartet



 

Il Giardino di Sculture di Paul Wiedmer La Serpara nasce nel 1997 nella valle del Rio Chiaro tra Umbria e Lazio dove lo stesso Wiedmer vive e lavora da quarant’anni, formando e plasmandola. Dal ‘97 in poi lo scultore invita amici artisti ad intervenire con opere site-specific che si inseriscono nella natura del giardino. 
 

A La Serpara ci sono opere permanenti di oltre 30 artisti:
(M.S. Bastian & Isabelle L. , Thomas Baumgärtel , Albert Braun , Bruno Ceccobelli , ingold airlines , Wilhelm Koch , Daniel Kufner , Graziano Marini , Attilio Pierelli , Reini Rühlin , Pavel Schmidt , Daniel Spoerri , Ursula Stalder , Daniel Braeg , Massimo De Giovanni , Bruno Wank , Samuele Vesuvio , Uwe Schloen & Petra Fiebig , John Greer , Jérémie Crettol , Severin Müller , Vanessa Paschakarnis , Werther Germondari, Thorsten Kirchhoff , Kurt Sommer, Riccardo Murelli , Pasquale Altieri , Ralf Sander , Hans Thomann , Lilly Keller , Ettore Le Donne , Carmine Leta , James P GrahamDavide Dormino, Susanne Neumann



Programma:

16.00  Apertura del Giardino ed inaugurazione della mostra LAVA di Paul Wiedmer al             

           Padiglione Serpara 

17.30  Presentazione del libro d’artista “Il tutto è più della somma delle due parti” 

       di Cristiano  Carotti

19.00  Concerto di Enrico Mianulli Quartet

21.00  Chiusura del giardino
 

!!!!ATTENZIONE!!!!!

Usate i grandi parcheggi del paese. Alla Serpara non ci sono parcheggi e l’accesso con la macchina non è possibile!


 

Bus-navetta (gratuito)

Circa ogni 15 minuti da:
Piazza Quinto Profili (piazza del comune)

Piazza poggio della fame (Hurra-discount),

La Serpara.

 

Durante l’anno Il giardino di sculture La Serpara 

e la mostra "LAVA" di Paul Wiedmer 

sono visitabili solo su appuntamento:

 0761914071 / wiedo@libero.it

www.serpara.info








PAUL WIEDMER nasce nel 1947 a Burgdorf vicino a Berna (CH). Sin da giovanissimo ha lavorato come assistente degli artisti del Nouveau Réalisme come Jean Tinguely e Niki de Saint Phalle. Le opere simbolo di Wiedmer sono le Sculture di Fuoco: sculture in ferro che attraverso la fiamma acquistano vitalità. Nel suo lavoro emerge una costante ricerca di interazione tra luogo-opera ed osservatore, fattore questo che lo ha portato a realizzare numerose opere site-specific. Nel 1982 l’artista intravede nella piccola valle de “La Serpara” vicino a Civitella d’Agliano (I), tra Orvieto e Viterbo, il luogo perfetto dove creare il suo giardino di sculture. Inaugurato nel 1997, il giardino continua nella sua costante evoluzione, con l’aggiungersi di anno in anno di nuove sculture dello stesso Wiedmer e di amici artisti. Inoltre svolge una intensa attività come curatore di progetti espositivi nello spazio pubblico: dal 1998 al 2007 è direttore artistico del progetto espositivo itinerante Artcanal International (Svizzera, Rep. of Corea, Germania); nel 2003 è mediatore del Bench Marking Project a Seoul (Rep. of Corea); e nel 2012 cura Omaggio a La Serpara a Wangen an der Aare (CH). Dal 1975 Paul Wiedmer espone le sue opere in mostre collettive e personali in Europa, Namibia, Corea dal Sud e Cina.
___________________________________________________________________________

CRISTIANO CAROTTI

Terni, 1981

 

Cristiano Carotti indaga il potere aggregativo dei simboli

all’interno delle comunità, secondo Jung necessari per la

costruzione di una coscienza collettiva.

Stimolato dai testi di René Guénon su una possibile evoluzione

errata del genere umano, studia i meccanismi che hanno

portato ad un progressivo distacco da un percorso di

conoscenza attivo verso una modalità passiva.

La ricerca si sviluppa intorno allo studio dell’iconografia laica

e religiosa, alle trasformazioni storiche subite dai simboli in

ambito socio-politico, svuotati e riempiti di nuovi significati

spesso in modo strumentale.

Attraverso la pittura, la ceramica e interventi installativi,

rielabora archetipi e feticci contemporanei con un linguaggio

in equilibrio tra antropologia accademica ed estetica

post-internet.
 

una Notte a La Serpara
05.08. 2022
dalle 20.30
alle 23.30
visita libera al giardino


 
NOTTE A LA SERPARA .jpg
Einladung-Serpara_220516_rz.png

La Serpara 2022
4&5 June 2022

Siamo lietidi invitarla all’inaugurazione delle opere di / We have great pleasur in iviting you on inauguration of the new works of zur /Wir laden Sie hertzlich ein zur Einweihung der Arbeiten von

susanne neumann
paul wiedmer

 

e alla mostra and inauguration of the exhibition und der Ausstellung

 

samuele vesuvio  &  
angela wahr

MITICO 2.0

Sabato Saturday Samstag 17:30 Marco Trulli presenta le opere introduces the works stellt die Werke vor 21:30 Gorilla Pulp Tufo Rock Super Heroes

Domenica Sunday Sonntag 17:30 Dantrusca2: Enigma Pasolini ... dove l’acqua di Tevero s’insala ... di Boika Esteban

19:00 Duo Niglos Composizioni per violino e organetto

boika front.jpg
boika retro.jpg

La Serpara, il giardino di sculture di Paul Wiedmer a Civitella d’Agliano (VT) invita allo spettacolo di Boika Esteban, l’ 11 settembre alle ore 21.

Boika Esteban è il nome d’arte di Emilio G. Berrocal, attore/regista/rapper-cantante l’uno, antropologo l’altro. I due stabiliscono una relazione per cui dove l’antropologo non può andare, subentra l’artista, e viceversa.

La Serpara è il giardino di sculture dell’artista svizzero Paul Wiedmer aperto al pubblico ed in continua evoluzione dal 1997. Attualmente ospita più di 30 artisti e oltre 80 sculture ed istallazioni. Durante l’anno La Serpara può essere visitata su appuntamento.

ATTENZIONE!
Per l’evento è necessaria la prenotazione ( la-serpara@libero.it,¦ 0761 91 40 71) e sarà accessibile solo con GREEN PASS!

 

 

Programma del 11 settembre

ore 20.30 apertura del giardino
ore 21.00 spettacolo DANTRUSCA
ore 22.00 visita libera del giardino
ore 23.00 chiusura del giardino

Boika Esteban:

Il pellegrinaggio di Dante a Roma in vista del primo Giubileo, o l'anno successivo come rappresentante istituzionale di Firenze, è talvolta interpretato come esperienza fondativa della Divina Commedia, tanto che alcuni sostengono, sebbene nella indimostrabilità del caso, che la "selva oscura" in cui il Sommo Poeta si smarrisce iniziando il suo viaggio nei tre mondi ultraterreni altro non sia che la Selva Cimina, che, al tempo di Dante, deve aver conservato quel tratto "spaventoso e impenetrabile" che atterriva i romani, come ci dice lo storico latino Tito Livio nel cronacare la presa dell'Etruria da parte dell'Urbe. E proprio con riferimento a questo momento storico, il viaggio di Dante sulla Via Francigena prima e dopo il suo ingresso nel cratere Volsineo, in riva al lago vulcanico più grande d'Europa, diventa possibilità di un movimento inverso rispetto a quello della conquista romana, dove alla damnatio memoriae imposta dagli invasori da Sud si contrappone la grande eredità spirituale e culturale che gli Etruschi e i loro predecessori a Nord, nella Valle del Fiora, seppero trasmettere alle generazioni successive. Alla ricerca degli abbandonanti riferimenti storico-geografici tra il Monte Amiata e il Monte Cimino, presenti nella Commedia, Boika Esteban, già regista di un film/documentario sul passato antico e dimenticato dell'Etruria e fondatore dell'Esercito Etrusco-Caraibico di Liberazione Planetaria (un esercito di pensatori, sognatori ed animisti), coglie l'occasione del 700enario della morte di Alighieri per arruolare Dante tra gli Etrusco-Caraibici, in un percorso aurale e cognitivo in cui il Poeta diventa il primo rapper, Virgilio uno sciamano e Beatrice la viva rimanenza di un culto millenario in onore alla Dea Madre.

Artisti presenti nel giardino di sculture La Serpara:

(M.S. Bastian & Isabelle L. , Thomas Baumgärtel , Albert Braun , Bruno Ceccobelli , ingold airlines , Wilhelm Koch , Daniel Kufner , Graziano Marini , Attilio Pierelli , Reini Rühlin , Pavel Schmidt , Daniel Spoerri , Ursula Stalder , Daniel Braeg , Massimo De Giovanni , Bruno Wank , Samuele Vesuvio , Uwe Schloen & Petra Fiebig , John Greer , Jérémie Crettol , Severin Müller , Vanessa Paschakarnis , Werther Germondari, Thorsten Kirchhoff , Kurt Sommer, Riccardo Murelli , Pasquale Altieri , Ralf Sander , Hans Thomann , Lilly Keller , Ettore Le Donne , Carmine Leta , James P Graham , Davide Dormino).

L'evento è promosso dall'associazione culturale La Serpara ed è gratuito.

La Serpara il giardino di sculture di Paul Wiedmer ¦ 01020 ¦ Civitella d’ Agliano ¦ VT ¦ Italia ¦ SP5 Teverina Km 26 ¦ www.serpara.info ¦ fb: @laserpara ¦ Instagram: la_serpara ¦ la-serpara@libero.it ¦ 0761914071

invito giardino aperto.jpg

COMUNICATO STAMPA

DUE GIORNI DI APERTURA DEL GIARDINO LA SERPARA

31 LUGLIO – 1 AGOSTO

 

La Serpara, il giardino di sculture di Paul Wiedmer a Civitella d’Agliano (VT) invita a due giorni di visite libere per andare alla scoperta del giardino d’estate.

Sabato 31 Luglio il giardino sarà visitabile dalle 16.30 alle 23.00 per dare l’occasione a tutti di godersi il giardino sia di giorno che di notte e scoprire fiamma dopo fiamma le sculture di Paul Wiedmer e le altre opere degli oltre 30 artisti presenti a La Serpara.

(M.S. Bastian & Isabelle L. , Thomas Baumgärtel , Albert Braun , Bruno Ceccobelli , ingold airlines , Wilhelm Koch , Daniel Kufner , Graziano Marini , Attilio Pierelli , Reini Rühlin , Pavel Schmidt , Daniel Spoerri , Ursula Stalder , Daniel Braeg , Massimo De Giovanni , Bruno Wank , Samuele Vesuvio , Uwe Schloen & Petra Fiebig , John Greer , Jérémie Crettol , Severin Müller , Vanessa Paschakarnis , Werther Germondari, Thorsten Kirchhoff , Kurt Sommer, Riccardo Murelli , Pasquale Altieri , Ralf Sander , Hans Thomann , Lilly Keller , Ettore Le Donne , Carmine Leta , James P Graham , Davide Dormino).

Domenica 1 Agosto invece sarà l’occasione visitare la valle dalle 9.30 alle 13.00.

Oltre alle opere inserite nel percorso che sarà visitabile liberamente con l'aiuto di una cartina illustrativa, ci saranno anche opere e mostre non permanenti come “out of the woods” di Susanne Neumann al Padiglione Serpara inaugurata lo scorso 13 giugno. L’artista tedesca che vive e lavora tra Germania, Austria e Italia annuncia con la mostra l'installazione permanente che realizzerà prossimamente al giardino.
I gruppi di opere di Paul Wiedmer, “Ospiti” e “Pilastri della società” invece si inseriscono vivacemente con i loro colori accesi nel panorama naturale del giardino.
Samuele Vesuvio dà in “Spettacolare” la possibilità ai suoi mostri, notoriamente immuni al covid, di assembrarsi e fare festa nonostante la nazionale dei mostri non abbia vinto alcunchè.


Alla Serpara è possibile accedere direttamente con la macchina, l'evento è promosso dall'associazione culturale La Serpara ed è gratuito.

 

 

Non è previsto un punto ristoro


La Serpara il giardino di sculture di Paul Wiedmer ¦ 01020 ¦ Civitella d’ Agliano ¦ VT ¦ Italia ¦ SP5 Teverina Km 26 ¦ www.serpara.info ¦ fb: @laserpara ¦ Instagram: la_serpara ¦ la-serpara@libero.it ¦ 0761914071

La Serpara Susanne Neumann front.jpg
La Serpara Susanne Neumann retro.jpg

La Serpara riapre con Out of the woods

Il giardino La Serpara riapre finalmente il 13 Giugno con una giornata di eventi aperti al pubblico. Nel 2021 La Serpara ospita Susanne Neumann, che ha progettato un'installazione per il giardino in corso di realizzazione. Il 13 Giugno si aprirà la mostra Out of the woods dell'artista tedesca, in cui si affronta il suo rapporto congeniale con il bosco.

Da sempre infatti, l'artista ne è affascinata: nativa di Waldsassen, il cui significato è „coloro che siedono nel bosco“, in Italia ha trovato un rifugio importante nel Giardino di Daniel Spoerri a Seggiano, contornato da boschi sul Monte Amiata.
Susanne Neumann interviene nel Padiglione Serpara, struttura posta all'inizio del giardino di sculture, con un quadro di sei metri composto da diverse tavole e raffigurante uno scorcio del bosco Seggianese. Posizionate davanti appaiono quasi inserite nel quadro, sculture costruite con legno riciclato da vecchie staccionate, specchi e tendine che richiamano le casette del cacciatore così tipiche della patria bavarese dell'artista.

La mostra che funge da anticipazione dell'opera che la Neumann realizzerà durante l'estate al giardino di sculture di Paul Wiedmer, si intitola „Out of the woods“- fuori dal bosco, per sottintendere uno scampato pericolo, riferendosi in qualche modo alla situazione attuale di fuoriuscita incerta dalla pandemia globale. La mostra sarà seguita da un talk con l'artista che vede la partecipazione della giornalista RSI Sonja Riva.

La giornata prevede inoltre un momento performativo PicchioPinocchio – il latitante a cura di Werther Germondari, che celebra i dieci anni della sua installazione per il giardino.
A seguire una performance sonora dal titolo Tying Sounds di Francesco Pecorari.